CARNEVALE DEGLI ESTE 2019 ora sveliamo il tema e le novità della prossima edizione

nuova19

... la terra il duol passato più non stima/e par che il

verde manto rinovelle...

 Come un segnale della Primavera imminente, il Carnevale risveglia una vitalità a lungo compressa dai disagi invernali. Anche Ferrara, in due intensi fine settimana, 23-24 Febbraio e 2-3 Marzo 2019, si scuoterà dal torpore invernale; ma il risveglio sarà sorprendente, perchè nelle sue piazze, nei palazzi rinascimentali  e nel Castello si aggireranno di nuovo cortigiani e principi che da secoli non si facevano più vedere. Riprendendosi dal loro lungo sonno ritroveranno i riti e le feste del Carnevale come lo conoscevano cinque secoli fa: l'affissione di una maschera al Palazzo Ducale a segnare l'inizio del periodo in cui sarà lecito circolare in maschera negli spazi pubblici; il teatro comico di Plauto, ripreso a Ferrara dopo l'oblio di secoli nel l474 su impulso di Ercole I; gli spettacoli di musica e danza, spesso introdotti come intermezzi tra gli atti delle commedie antiche; i banchetti e gli intrattenimenti offerti in tanti luoghi pubblici e privati; i duelli e le giostre degli armati; i banchetti e le feste. Il Carnevale degli Este offrirà nella sua edizione 2019 un ricco programma di iniziative tese a presentare le bellezze della storia di una città capitale del Rinascimento, dedicando la manifestazione a Lucrezia Borgia nel cinquecentenario della sua morte e proponendo come tema dei travestimenti in maschera il regno vegetale di piante, alberi, fiori e frutti, sulla scorta del celebre dipinto di Bartolomeo Veneto che presenta Lucrezia in veste di Flora, nume tutelare della vegetazione. In una città che in epoca estense era circondata da larghe mura sormontate da alberi da frutto e giardini, simboli della forza e prosperità ferrarese, la comparsa di maschere e simboli della natura vegetale farà rivivere per qualche giorno la ricca e misteriosa dimensione simbolica della cultura rinascimentale estense, con il suo intreccio di persistenze medievali e recuperi dell'antichità pagana. Figuranti del Palio e turisti potranno poi divenire più consapevoli di questa complessità di significati, attraverso un ricco programma di conferenze e visite guidate in collaborazione con le Associazioni ferraresi e i Musei civici e statali della città.

borghetto 2

borghetto

san giovanni

casoni 1

prima foto

Condividi Questa News: