PALIO F I S B EDIZIONE 2018 TENZONE AUREA VINCE CLAUDIA GIUSY POLVERINO

dal sito www.fisb.net

https://www.fisb.net/site/?p=3216&utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

PALIO F.I.S.B. PER L’EDIZIONE 2018 DELLA TENZONE AUREA: VINCE CLAUDIA GIUSY POLVERINO

fisb tenzone aurea 2018

“Il tema di riferimento è il Rinascimento, in tal caso a Ferrara città ospitante della Tenzone Aurea, con I’intendo di evidenziare le figure dei musici e sbandieratori con simboli e fatti storici del passato e del moderno. 
II bozzetto lo si può vedere diviso in due parti. Nella parte superiore occupa gran porzione del disegno una figura femminile su di uno sfondo notturno. È Lucrezia Borgia, figura preponderante della Ferrara degli Estensi.  Per capire l’enigmaticità del viso reso angelico e trasgressivo alto stesso tempo, è giusto soffermarsi sulla figura di Lucrezia. Figlia del Cardinale Rodrigo Borgia, ricco e potente […] Lucrezia oltre ad essere un’abile seduttrice, dimostra di essere abile anche in politica e, nel 1502, divenne duchessa di Ferrara avvalendosi, nella medesima corte, di artisti poeti e musicisti; per quest’ultima arte mostrò uno spiccato interesse. […] Scendendo con lo sguardo, sul braccio di Lucrezia appaiono due ovali, uno e lo stemma del Comune di Ferrara con i colori nero e bianco e la corona. Al di sopra di questo l’altro ovate, che nel mio immaginario uno specchio — simbolo della vanità della stessa duchessa — sul quale viene impressa I’immagine di un quadro che è il  celeberrimo quadro di de Chirico dal titolo ‘Le Muse inquietanti’ del 1918. Un forte legame, quindi, tra passato e moderno […].
Nella parte inferiore del bozzetto, invece, si vuol mettere in risalto la figura dello sbandieratore e dei musici. È da notare il fondo non più blu notte, ma in realtà una raggiera costituita da colori caldi, l’arancio ed il giallo oro. Nell’ambito del metafisico sono i colori associabili al color mattone dei palazzi ferraresi. 
Tale raggiera può però essere letta come un tendone di un circo, in esso la figura dello sbandieratore visto anche come un acrobata senza rete e i musici che si muovono in un’atmosfera irreale. Le figure dello sbandieratore e dei musici vestono abiti rinascimentali, un ritorno al passato quindi con i colori squillanti del quattrocento, ossia il blu, il pavonazzo, il verde e il rosso. Inoltre, le bandiere dello sbandieratore sono incorniciate dal tricolore verde, bianco e rosso, i colori di una grande Federazione tutta italiana. Nella parte bassa al di sopra della raggiera, un cartiglio a mo’ di serpentina avvolge le quattro figure, recante la scritta “Federazione Italiana Sbandieratori — Ferrara Tenzone Aurea 2018”
Claudia Giusy Polverino

Questo è il settimo anno che la Federazione promuove il bando di selezione dei bozzetti su scala nazionale.

Il progetto si inserisce nelle iniziative di carattere culturale realizzate per valorizzare ed unire il lato artistico a quello delle tradizioni popolari.

In tutto sono 3 i bozzetti arrivati presso la Segreteria Federale.

A scegliere il vincitore, come da bando pubblicato sul sito www.fisb.net, è stata una giuria composta  dal prof. Bernardo Nardi (Presidente del Centro Studi Giochi Storici di Ascoli Piceno), da Fausto Brugnoni(Faentino, esperto storico) e da Antonella Palumbo, Presidente della Federazione Italiana dei Giuochi Antichi e Sports della Bandiera.

Condividi Questa News: