Corte Ducale

Impresa:
Aquila Estense
Colori:
Bianco Rosso Verde
Sede:
via Ricciarelli, 72
Contatti:
Presidente:
Stefano di Brindisi
Massaro:
Giambaldo Perugini
Sito:

Rappresenta la Corte Estense nel suo periodo di massimo splendore, raggiunto a partire dal 1471, quando l'allora Marchese Borso ricevette da Papa Paolo II l'investitura a primo Duca di Ferrara. Riporta su stendardi i colori di Ferrara e del ducato estense: l'impresa del battesimo propria di Borso, lo stemma del comune rappresentante il governo del Podestà e l'impresa del diamante di Ercole I, affiancati da ancelle recanti su cuscini una brocca d'acqua simboleggiante le bonifiche operate dalla casa d'Este, la chiave della città e il garofano rosso. L'attività della Corte Ducale non si limita alla sola partecipazione al corteo storico — comunque di importanza primaria — ma collabora con le otto contrade per le manifestazioni esterne o di rappresentanza per avvenimenti particolari in città. Si compone di guardie ducali, paggi, ancelle e nobili che indossano abiti ispirati agli affreschi del Salone dei Mesi di palazzo Schifanoia, dalla genealogia estense e vari dipinti dell'epoca. Riveste un ruolo di primaria importanza in relazione all'aspetto coreografico della manifestazione nel suo complesso, con particolare riferimento al corteo storico nelle giornate della Benedizione dei pali ed offerta dei ceri, dell'Iscrizione delle contrade ai giochi del palio e del Palio.


Other Languages

The Corte Ducale (Ducal Court) recalls the magnificence of the Este Court starting from 1471, when the Marquise Borso da Este received the investiture to First Duke of Ferrara from Pope Paul the 2nd. It is identified with an eagle and with Borso’s colours (white, red and green). The Corte Ducale is constituted by nobles, armed men, pages, ladies wearing dresses inspired to the frescoes and to the paintings of that period. The Corte Ducale participates to the activities of the Palio di Ferrara, working together with the eight contrade (districts in which the city is divided) in order to create choreographic shows and historical reenactments all year long, in the city and in all over Italy.